Olimpiadi part II: il mondo in una medaglia

Seguire un evento sportivo come le Olimpiadi da espatriati ha un sapore diverso, più intenso di quello provato guardandole dall’Italia. I vicini di casa non esultano alla vittoria dell’oro nella carabina ad aria, ma per un buon motivo: non sono italiani.

gettyimages-589504384_masterIn generale, la passione sportiva di chi abita intorno a noi non è poi così spinta, come non è la mia che si accende solo in queste occasioni: amo seguire sport minori e guardare match che non sono di calcio – finalmente! Questa tendenza è poco diffusa, ma forse perché non tutti possono vantare atleti con speranza di medaglia in molte discipline. Noi obiettivamente sì. Fanno eccezione i vicini cinesi: loro vincono tutto – perfino nel romanticismo!- ma non gliene frega nulla comunque.

olympics20140207_opening-ceremony-sochi-0035-760x505Indagando tra gli amici, ci fa riflettere il ruolo estremo dell’Austria: nelle manifestazioni invernali non ce n’è per nessuno, ma oltre a sci e snowboard i vicini d’Oltralpe non se la giocano in altri sport. Medaglie ottenute fin ora: zero. Come Saudi!

1440535960-copacabana-o-bairro-mais-charmoso-do-rio-de-janeiPer i padroni di casa le cose sono un po’ diverse. Guardano i panorami inquadrati dalla tv con occhi nostalgici di chi è lontano da casa – e loro lo sono parecchio, il Brasile dista da Saudi più di quanto non faccia dall’Australia. Con loro ci contendiamo il primato nella pallavolo, ma sono anche più forti nel beach volley: non è un caso che la spiaggia più famosa al mondo sia quella di Copacabana.

I Greci le Olimpiadi le hanno inventate, ma nella modernità fanno fatica a trovare il loro spazio: sono rimasti un po’ antichi. Le nostre fonti locali ci confermano che non primeggiano più in molte discipline, ma sono forti nel sollevamento pesi. Noi abbiamo assistito alla vittoria greca di un’oro nella ginnastica artistica agli anelli, dove in passato dominava il nostro Yuri Chechi: di certo sollevava il peso di un fisico statuario, alla Fidia.

I messicani invece pare non amino gli sport di squadra, mentre quando c’è da menare le mani non si tirano indietro. Sono campioni di taekwondo e boxe: “don’t mess with Mexicans“. Ma noi spariamo e tiriamo di spada, quindi occhio anche agli Italiani!

Medalists of the Womens 1500m_236800Tra i paesi del Golfo che sono riusciti a salire sul podio, per ora stupisce il Bahrain: oro e argento in due gare d’atletica. Le atlete – ebbene, donne! – sono entrambe di origine keniota, quindi non esattamente locali, ma possiamo riconoscere alla piccola isola araba la capacità di saper scegliere bene a chi rilasciare la nazionalità.

Se non consideriamo le superpotenze, che vantano anche una popolazione numerosa, noi Italiani, dal nostro piccolo staterello nel Mediterraneo, siamo messi proprio bene: tuffi, scherma, ciclismo, tiro a segno, nuoto, judo, e tante altre ancora. Insomma, per farla breve, c’è poco da dire: forza Italia!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...