Cielo a pecorelle, sabbia a catinelle

La nomea del mese di Marzo, detto il pazzerello, è valida anche in questo spicchio di mondo. Abbiamo visto, nell’ordine: pioggia, temporale e tempesta. Le prime due sono fenomeni conosciuti anche e soprattutto al Vecchio Continente, mentre la tempesta è cosa da deserto.

Si tratta infatti di tempesta di sabbia. I suoi granelli sottilissimi li abbiamo intorno tutto l’anno, e non c’è necessità di vento impetuoso per ritrovarsela sistematicamente su ogni singolo mobile di casa. A questo giro però l’esperienza è stata mistica: c’è chi sostiene che la tempesta di qualche giorno fa sia stata la peggiore degli ultimi 5 anni, ma non abbiamo l’esperienza necessaria per confermarlo.

D’altra parte, posso testimoniare nel mio piccolo che c’è voluta una quantità di olio di gomito inestimabile per ripulire tutta la casa, sommersa dalla sabbia polverosa, che nel picco della furia del vento si è introdotta dal condotto dell’aria condizionata andando a creare nella nostra amata sala un panorama lunare non molto distante da quello che c’era fuori dalle mura. Ovviamente l’abbiamo anche respirata tutta durante la notte, passata con asciugamani umidi che all’occorrenza fungevano da bombole d’ossigeno.

Golf cart

Al nostro risveglio, oltre al pavimento che pareva una duna, i divani color cammello e i vetri delle finestre smerigliati, ho dovuto passare l’aspirapolvere anche sui gatti, ormai diventati statue di sabbia.

Bouganville

Solo oggi comprendo a pieno quanto sia stato buono il consiglio del commesso che ci ha venduto l’aspirapolvere più potente dell’universo: che in questo caso, per la cronaca, non è stato comunque sufficiente. Vedere per credere!

Street view

Annunci

One thought on “Cielo a pecorelle, sabbia a catinelle

  1. Ciao Ragazzi,
    Mi chiamo Sebastiano, vi scrivo da Torino, e sposato con Mihalea da 6 mesi (giusto per presentarsi!) 🙂
    Sono arrivato al vostro blog per un motivo molto semplice: ho ricevuto un’offerta di lavoro a Ryadh e sto valutando seriamente di trasferirmi insieme ovviamente alla mi a signora. Mi piacerebbe tanto poter avere qualche consiglio e scambiare qualche sensazione, opinione con voi che avete già fatto questo passo!
    Sono già stato varie volte in KSA per motivi di lavoro ma dopo al massimo un paio di settimane sono sempre tornato a casa in Italia! Ora si tratto di fare il grande passo ma all’entusiasmo si unisce tanta paura…
    Spero di poter scambiare qualche parola con voi…
    vi auguro una buona settimana

    ciao e grazie

    sebastiano spanò

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...