La giornata tipo in Arabia Saudita – female version

Avete letto di una giornata tipo di Matteo, che è inevitabilmente impegnato per gran parte della giornata in ufficio. Spesso, viene chiesto anche a me cosa faccio durante tutto il giorno, ma a differenza del tono curioso con cui pongono la stessa domanda a mio marito, nel mio caso è sempre piuttosto mal celato un non so che di ironia che oscilla tra il “chissà che noia” e il “bella la vita sul divano eh!”.

Non posso nascondervi che, obiettivamente, io non mi sveglio alle 5. A quell’ora biascico qualcosa che assomigli ad un saluto e augurio di buona giornata, poi mi giro sull’altro fianco e continuo a dormire, fino alle 7.

A quell’ora, spalanco le tende e, nel 99% dei giorni, mi saluta un bel cielo azzurro sgombro da nuvole – nuvole che?! qui sono comuni quanto il prosciutto. Il sole splende quasi sempre, ma il più delle volte è ingannevole: d’estate, l’aria condizionata non mi fa percepire le temperature già elevatissime di primo mattino, d’inverno – cioè in questi giorni, e dura al massimo 2 settimane – non mi avvisa che no, non fa quel bel caldo da sauna ma ci sono una decina di gradi al massimo e, tragedia, bisogna mettersi un golfino.

Forecast

Allora apro la finestra, e prima che io possa capire in che direzione andrà la giornata vengo assalita dai nostri bei gattoni che, dopo aver folleggiato tutta notte salendo su ogni palma del vicinato, mi danno il loro sempre caloroso buongiorno – e richiedono di essere cibati con urgenza.

Parte quindi la giornata, che di rado è noiosa e ancor più raramente è passata sul divano. Che si fa allora? In primis, la casa che ci è stata assegnata è stupenda, ma ha circa il doppio della superficie di quella che ci potevamo permettere in Italia, per cui qualcuno dovrà pur occuparsene: è impressionante quanta sabbia ci troviamo in casa ogni giorno – che nel deserto non è come quella del mare ma somiglia più ad una polvere pesante. Poi c’è l’orto, che inspiegabilmente è florido e ci dà grandi soddisfazioni – ah, il mio famoso basilico! Poi c’è Zumba, o yoga, o una corsa in uno dei tanti parchi del villaggio, per poi far la spesa scorrazzando in giro col golf cart.

Due volte a settimana c’è il corso di arabo, che porta via un intero pomeriggio, ma tra un impegno e l’altro vuoi non concederti un caffè con qualche amica? Non sia mai, le relazioni vanno sempre coltivate. L’appuntamento del caffè, a dispetto della sua definizione così ermetica, prevede in realtà un minimo di 3 ore di tempo da dedicare al gossip, purissime chiacchiere che ti ricordano sempre che tutto il Mondo – proprio tutto – è paese.

Coffee

Da quando ho aperto una piccola attività di vendita delle mie creazioni fatte a mano ci sono ordini da soddisfare e una produzione da sostenere per partecipare alle varie fiere di crafts, coming soon il 13 febbraio che farà molto San Valentino ma qui non si può dire. Per non parlare dei giorni di ferie: sono tanti, e la società prevede anche ogni 2/3 mesi dei weekend lunghi di chiusura aziendale. E chi siamo noi per dire no all’occasione di girare un po’ il mondo? Ma bisogna arrivare preparati, per cui spesso la casa diventa una sorta di agenzia viaggi.

E poi arrivano le 5 e finisce la pacchia: il marito è tornato a casa. E quello sì che è un lavoraccio.

Annunci

One thought on “La giornata tipo in Arabia Saudita – female version

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...