Paura e delirio in Saudi – bilancio di un anno

Time flies!” è una affermazione che qui ho sentito dire spesso. Se ripenso ai primissimi giorni appena arrivata in terra araba, mi sembrava impossibile da pensare, ma ora lo dico più spesso io di tanti altri. Il tempo vola, tanto che è già passato un anno dal mio arrivo in Saudi: facendomi due conti, sono successe tante di quelle cose che dovrebbe anzi sorprendermi che di anni ne sia passato solo uno.

Ma tant’è: il calendario non mente, i giorni trascorsi sono 365. Ecco i miei numeri:

  • 800: i km percorsi col golf kart, sgommando nel camp come un pilota di F1 (l’immagine è puramente esemplificativa 🙂 )

F1 pilot

  • 30: i km/h massimi che può raggiungere il golf kart. Insomma, faccio il pilota di F1 ma rispetto pur sempre i limiti di velocità – anche perché pure volendo… 😉
  • infinito: il numero di tiramisù sfornati fin ora. Ormai sanno tutti che, se siamo in giro noi, non c’è speranza di trovare il mascarpone nel reparto frigo del supermercato

Tiramisu

  • 12: le valute diverse che ho dovuto affrontare per lo shopping di questo ultimo anno. Ma qualcuno doveva pur farlo!
  • 45: le lezioni di Zumba partecipate, sempre rigorosamente in ultima fila. Per spiare meglio le altre!
  • vedi tiramisù: il numero di cene italiane organizzate a casa nostra. Non ho mai cucinato tanta pasta in vita mia
  • 12: le nazionalità dei partecipanti alle cene italiane. L’obiettivo del prossimo anno è fare meglio: ci manca ancora da coprire il continente australiano
  • 2: i gatti arabi adottati ed entrati a far parte di diritto della famiglia. Belli loro!

Gattoni

  • > 30: le piantine di basilico (italiano) cresciute nel nostro giardino. Gran successo (e produzione) di pesto: una delle mie più grandi soddisfazioni!
  • 10: le tipologie di ortaggi coltivati nel nostro orto. Possiamo dire che, oltre al basilico, zucchine, insalata, pomodori e peperoni crescono, ma per tutto il resto c’è della perplessità

Basil

  • vedi tiramisù e cene italiane: le visite all’Ikea più sfornita del mondo. Ci si sente sempre a casa lí, ma la proverbiale mancanza di stock fa rimpiangere la filiale di Corsico.

IKEA Dh

Annunci

3 thoughts on “Paura e delirio in Saudi – bilancio di un anno

  1. Ciao Vale, ci pensavamo proprio ieri pomeriggio mentre eravamo nel “suk” dell’agenzia a Milano per il visto d’ingresso in Arabia Saudita con “solo” qualche ora di ritardo per problemi vari (loro) 😦 in effetti è un anno che sei “emigrata”. Ovviamente ci manchi, ma siamo convinti che l’esperienza, qualsiasi sia, arricchisca le persone. E questa, pur con le perplessità e difficoltà specie per una “sciura”, sia sicuramente da incorniciare 🙂 A presto. Moo & Poo

  2. Tanti numeri che si potrebbero giocare al lotto…magari se vinci, potresti aprire una succursale Ikea che si fornisce direttamente da quella di Corsico….
    Comunque sull’orologio della nonna Maria la frase era “Tempus fugit” e mi sembra ancora più azzeccata di “time flies”!!!
    Io mi firmo da sola, anche se sottoscrivo “a presto” e “ci manchi”(ovviamente a tutti gli umani e ai quattrozampe di casa)
    Moo

  3. “La lontananza sai….è come il vento…” Modugno (che per inciso non è stato un mio coetaneo!) cantava …”che fa dimenticare chi non s’ama…”. Noi tutti sentiamo la mancanza – mi associo a Silvana – ma altrettanto sappiamo la vostra è un’esperienza unica. Grande Valentina perché per te è bello ma altrettanto impegnativo! … E per Ikea… Ci vuole pazienza !-))

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...