Fatti un pieno alla Q8 – quando la benza è a km 0

Prima di partire per la nostra avventura arabica, due cari amici ci hanno fatto un regalo che rientra ormai di diritto nella top 3 dei presenti più utili: una ricca guida turistica della Penisola Arabica.

La prima volta che l’abbiamo avuta sotto gli occhi, leggevamo di Bahrain, Qatar, la strana Saudi, per poi sfuggire con lo sguardo alla scritta “Kuwait”: non era di certo il Paese del Golfo che ci attirava maggiormente, ma la sfida era chiara. Dopo diverse decine di puntate in Bahrain, una manciata di gite a Doha, e qualche weekend negli Emirati, oltre all’Oman per avere una visione completa ci mancava da visitare solo quello: il Q8.

Lonely

Paradossalmente, si tratta del Paese che ai più potrebbe non essere così sconosciuto vista la presenza – peraltro esclusivamente nel Bel Paese – di molte stazioni di servizio che evocano il nome dello Stato arabo.

Potreste ricordarlo anche, se non soprattutto, per il suo doloroso passato come teatro della Guerra del Golfo dei primi anni Novanta, quando l’Iraq di Saddam Hussein ha invaso questo lembo di terra affacciato sul mare (e seduto su tanti tanti barili di petrolio).

Di fatto, il tempo sembra si sia fermato agli anni ’90, almeno in alcune parti della capitale, il cui nome – Kuwait City – vi sarà facile da ricordare, anni di ovvia ricostruzione e di ricerca di una nuova identità.

Kuwait towers

Proprio per questo suo “passato”, che nei termini relativi del Medio Oriente odierno è tanta cosa, la città sembra aver anticipato quello che in Dubai è sbocciato a pieno. A titolo esemplificativo, Kuwait City è stata la prima a costruire un’isola artificiale (Green Island), reclamando terra al mare, già nel “lontano” 1988: alla luce di questo, la Palma non pare nemmeno poi questa grande innovazione. Certo, salendo sulla Green Island – che è puramente pedonale e si gira in una mezz’ora, con tutta calma –  pare di essere tornati indietro nel tempo, mentre sulla Palma la sensazione è leggermente più futuristica.

Green island

Nell’antichità – quella vera, A.C. -, di cui resta molto poco, faceva parte dei territori dell’impero di Dilmun, che aveva base in Bahrain e che era stato fondato dai Greci: nonostante tutto però non esiste una grande cultura archeologica, ma di tanto in tanto viene ricordata questa parte di glorioso passato.

Nonostante tutto resta comunque un Paese dalle caratteristiche peculiari: il Kuwait è un Emirato, ma la forma di governo è la monarchia costituzionale – ebbene sí, avete capito correttamente. Il popolo ha diritto ad eleggere il Parlamento, e dal 2005 il diritto di voto è stato esteso anche alle donne, che possono anche candidarsi, su scelta irremovibile dell’Emiro.

Camminando per le strade di Kuwait city si vedono molti più volti locali vestiti all’Occidentale che in tutti gli altri Paesi dell’area Mediorientale, tant’è che quasi si sente la mancanza degli amici tovagliati che fanno tanto arabo. Ancor più sorprendente è l’avvistamento di gruppi di ragazzi adolescenti di genere misto che è assolutamente impossibile da incontrare altrove nel Golfo.

La possibilità di fumare anche nei luoghi chiusi rappresenta di certo un aspetto negativo dell’emancipazione e della libertà dei kuwaitiani, ma è anche questo un segnale di quanto il Paese sia più aperto di tutti i suoi vicini di casa. In fin dei conti, nessuno è perfetto!

Annunci

2 thoughts on “Fatti un pieno alla Q8 – quando la benza è a km 0

  1. Pingback: Uno sguardo generale ai Paesi del Golfo | Life on oil field

  2. Pingback: Vale & Teo a Gedda, la San Francisco d’Arabia | Life on oil field

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...