Lingue parlate: Inglese livello Middle East

Qualunque sia il motivo che ci spinge ad andare a vivere in terra straniera, l’occasione è sempre ghiotta per una delle esperienze che riempiono il curriculum vitae in modo significativo: imparare una nuova lingua.

Nel nostro caso si tratterebbe dell’arabo, ma essendo piuttosto ostico (al momento, è ancora tutto un enorme e probabilmente infinito work in progress) per la maggior parte delle nostre giornate si parla in inglese, lingua internazionale per eccellenza, o per lo meno quella passepartout in tutto il Mondo ad esclusione dell’Italia.
Ad ogni modo, ci basta anche solo qualche giorno di vacanza all’estero per capire che ogni Stato ha le sue sfumature nel parlare l’inglese, a partire dagli anglosassoni stessi (UK, USA e Australie varie) che usano delle espressioni proprie e peculiari.

Il Medio Oriente non fa eccezione e in questi mesi abbiamo scoperto ed utilizzato espressioni che mai nella vita avremmo pensato, e talvolta abbiamo anche rivaluto il significato di parole che ci parevano acquisite e interiorizzate. Di seguito quelle che, personalmente, mi hanno più colpita:

1. Corniche: ormai abbiamo capito, si tratta del lungo mare. Nell’immaginario italiano, il lungo mare è giusto un marciapiede che costeggia la spiaggia, se non addirittura la spiaggia stessa, qui invece è un affare di Stato, almeno quanto lo è lo stabilimento balneare per la Sardegna. Perfino in Arabia, che non è certo un Paese con vocazione turistica, la corniche di Khobar (la grande città a noi più vicina) ha il suo perché, in termini ovviamente relativi. La mia corniche preferita, al momento, resta quella di Doha.

Katara
2. Reclaimed land: pratica comune da queste parti è quella di “reclamare terra” al mare. Il che è piuttosto semplice grazie al fatto che i fondali marittimi sono relativamente bassi e basta usare un po’ di sabbia (che è tutto fuorché rara) per allargare il terreno a discapito dell’acqua. In generale, poi, sembra che gli piaccia proprio il poter creare nuova superficie in modo artificiale: Dubai e la Palma ne sono un grande esempio. Se la progressione dei prossimi anni sosterrà il ritmo di quelli passati tra un secolo il Golfo Persico sarà una grande pianura sabbiosa.

The Palm
3. Prayer time: nei Paesi musulmani si osservano i momenti di preghiera previsti con una scrupolosità che inizio a credere sia inversamente proporzionale alla distanza da Saudi, il Paese custode dei luoghi più importanti per l’Islam. I Paesi del Golfo sono tutti piuttosto vicini, quindi tendenzialmente sono osservanti, ed è comune sentire la chiamata alla preghiera anche nei centri commerciali (perfino nella occidentalissima Dubai). In Arabia, invece, i negozi chiudono per almeno mezz’ora in corrispondenza delle 4 preghiere che ricadono durante la giornata lavorativa.

Closed ok
4. Family section: ah, la famiglia! Qui la si intende come “gruppo di persone che comprende anche delle donne”. Nei ristoranti in Saudi si trovano quasi sempre due ingressi a locali separati (ma che sono lo stesso ristorante): uno è dedicato ai soli uomini (o uomini soli, come preferite), l’altro alle donne, solitamente accompagnate. Inutile dire che più volte me ne sono dimenticata e sono entrata dalla parte sbagliata con la mia abaya scintillante. Fonti affidabili, poi, raccontano di luoghi con sola sezione maschile: per tutte noi altre, dieta!

MD Ryad

Annunci

One thought on “Lingue parlate: Inglese livello Middle East

  1. Era così anche in Sudafrica fino a poco tempo fa: bianchi da una parte, coloured people dall’altra. E così pure negli Stati Uniti fino a mezzo secolo fa. E ci scandalizzavamo (tan’è che il Sudafrica venne condannato con un embargo…)
    La segregazione sessuale non mi sembra diversa da quella razziale, eppure non sento altrettanto orrore. Antropologicamente non ha nulla di culturale o tradizionale, fa semplicemente ribrezzo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...