Sulle strade dell’America Saudita

In questi primi giorni dove tutto è nuovo e la gente mi guarda stranita per la curiosità che ci metto nell’affrontare le giornate ancora senza routine, ho maturato qualche riflessione sulla distanza culturale che esiste tra Saudi ed Europa e che la avvicina molto invece agli States.
Certamente questa conclusione non è per niente innovativa: qui gli americani hanno messo piede negli anni ’40 e, complice qualche sbandata dell’inglese Churcill nel suo approccio con il re Saud, non l’hanno più spostato. E come avviene sempre, la conquista americana passa pesantemente attraverso un completo contagio culturale, che in un paese come KSA assume dei tratti interessanti.

Oggi inizio con uno dei numerosi esempi, che riguarda la mobilità.
Le auto, i trasporti e in generale ciò che si muove su strada ha pesanti tratti americani (conditi con salsa piccante saudita, ma questo è un altro discorso, ne parleremo): le pressioni sociali, alimentate da un prezzo della benzina ridicolo, spingono per avere dei bisonti su 4 ruote, di provenienza americana. Il 90% dei modelli che ho visto in giro sono di questo tipo: grandi, potenti, rumorosi e tamarri! Anche le strade e la segnaletica risentono dell’approccio americano e degli spazi immensi dello Regno, quindi scordatevi la strada con un unica carreggiata a doppio senso di marcia, qui ci sono e highway da 3/4 corsie, segnalate con cartellonistica ricopiata dai film americani e convertita in Km/h!

20130927-194155.jpg
San Diego o Saudiland?

20130927-194216.jpg
15.000 di cilindrata a benzina in tre

20130927-194234.jpg
A parte la sabbia (e qualche carcassa di veicolo qua è la, potrebbe essere il Texas!)

La mia vita saudita é cominciata!

I miei piedi calpestano la penisola araba da poche ore, però avrei già da raccontare un sacco di episodi che descrivono con efficacia come si vive quaggiù. Avrò sicuramente modo di farlo, ma i primi giorni corrono veloce e io non sono ancora in grado di digerire tutte le novità che mi stanno bombardando quindi abbiate pazienza.

Posso solo dire che al momento qui mi piace, dai colleghi in ufficio che ho già conosciuto fino alle attività che si possono fare in giro per il villaggio e nei centri commerciali qui vicino: l’atmosfera è rilassata, dominata dagli sguardi fieri dei sauditi e dai multicolori dei pakistani, tibetani, filippini, americani e europei che mi passano a fianco (l’ordine rispecchia più o meno la presenza).

Qualche stranezza però l’ho fotografata e ve la voglio mostrare:

1-in assoluto la cosa più assurda: il bancomat drive-in. Per un saudita che non vuole scendere dall’auto, mai.

20130920-113659.jpg

2-il maiale, si sa, non c’é. Ma vogliamo parlare del cammello?!

20130920-113757.jpg

3-paese che vai, Nutella che trovi. Confermato anche in Saudiland!

20130920-113849.jpg

Un’anticamera di Medio Oriente

Il tanto aspettato giorno della partenza é arrivato, e fra 24 ore sarò già sul suolo mediorientale in attesa di imbarcarmi per la volta di Dammam, KSA. Queste ultime settimane sono state occasioni per numerose feste di saluti a colleghi italiani, amici, parenti. Il risultato, in termini di allegria e chili accumulati – ma soprattutto di allegria, è di primissimo ordine. Partirò con la consapevolezza che sarò seguito, con curiosità e affetto, in questa avventura dai colori a tinte forti.

Due eventi meritano una menzione particolare su questo spazio: il primo é una super torta che ci é stata preparata con la meticolosa cura dei dettagli da mia cugina Marta (be’, con l’aiuto di alcuni servi della gleba familiari). Non vale la pena perdere tempo in altre parole: basta la bellezza della foto!

20130917-192352.jpg

Sul fianco dell’edificio tradizionale saudita, si staglia in perfetto arabo la scritta “buon viaggio”!

Il secondo evento che ha chiuso i saluti é stata invece una festa estesa a tutti gli amici in cui abbiamo offerto loro un buffet di cibi mediorientali (dai classici falafel ai più ricercati fagotti di verdure piccanti), circondati da pannelli informativi e multimediali per un miglior assaggio di KSA.

20130917-193540.jpg

20130917-192817.jpg

20130917-192845.jpg

20130917-192940.jpg

Come si vede, siamo pronti a partire!!

Ci aggiorniamo al prossimo post, finalmente in diretta dal Medio Oriente!